TIM COOK A NAPOLI CON BEBE VIO, PER IL CEO DI APPLE UNA FULL IMMERSION NELLA “SCHERMA INTEGRATA”

  1. Home
  2. Vita Regionale
  3. TIM COOK A NAPOLI CON BEBE VIO, PER IL CEO DI APPLE UNA FULL IMMERSION NELLA “SCHERMA INTEGRATA”

TIM COOK A NAPOLI CON BEBE VIO, PER IL CEO DI APPLE UNA FULL IMMERSION NELLA “SCHERMA INTEGRATA”

NAPOLI – Dopo aver ricevuto in mattinata la laurea honoris causa in Innovation and International management presso l’Aula Magna dell’Università Federico II, Tim Cook, amministratore delegato di Apple dal 2011, ieri pomeriggio ha fatto visita al Club Schermistico Partenopeo, dove ha incontrato la plurimedagliata Bebe Vio.

 

La stella del fioretto paralimpico, medaglia d’oro ai Giochi di Rio e di Tokyo, ha mostrato al Ceo di Apple come viene svolto un allenamento inclusivo ed integrato: si tira in piedi, in carrozzina e bendati e per tutti l’allenamento è funzionale. Una peculiarità del la scherma italiana, che ha fatto dell’integrazione tra mondo olimpico e paralimpico la sua bandiera.

 

A fare gli onori di casa c’era anche Rossana Pasquino, compagna di Nazionale e amica di Bebe Vio, reduce da due medaglie d’oro ed una d’argento in Coppa del Mondo Paralimpica a Pisa.
Una giornata piena di emozioni e sorrisi per tutti gli atleti in erba ma anche per Tim Cook che ha “sfidato” in un singolare duello Fabrizio Cuomo, atleta della Nazionale Under 20.
Bebe Vio, che con la sua Academy sta sostenendo straordinariamente la diffusione dello sport paralimpico, donò la prima pedana paralimpica alla società di cui l’olimpionico Sandro Cuomo è direttore tecnico e nella sala del CS Partenopeo ha dialogato con Tim Cook, “conducendolo” in una realtà certamente innovativa dove lo sport è protagonista.

 

Da più di 10 anni i nostri allenamenti coinvolgono tutti i nostri atleti – ha affermato Sandro Cuomo – e da quando ci ospita l’istituto Martuscelli, anche il settore non vedenti prende sempre più quota. Sono felice che Tim Cook abbia messo piede in questa nostra realtà, ma soprattutto che lo abbia fatto in una città come Napoli che, nel complesso, non è una città facile ed accessibile per un ragazzo disabile. Queste presenze testimoniano che il nostro percorso punta verso la direzione giusta”.

 

Numerosi sono stati i temi su cui si è soffermato Tim Cook nella sua lectio magistralis rivolta agli studenti dell’ateneo federiciano, prima di un tuffo nel mondo della scherma italiana.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Ti piace, condividilo!

ULTIMI AGGIORNAMENTI CORRELATI